Browsed by
Tag: violenza

Adolescenti e relazioni di coppia, troppo controllo. Complici le app di geolocalizzazione

Adolescenti e relazioni di coppia, troppo controllo. Complici le app di geolocalizzazione


Quando pensiamo alle relazioni di coppia in adolescenza, le immaginiamo come qualcosa di leggero, divertente, semplice. Eppure, anche i legami d’amore adolescenziali possono avere dei lati oscuri, caratterizzati dalla presenza di comportamenti subdoli e violenti.

Si tratta molte volte di legami che non si basano sul rispetto dell’altra persona e sfociano in possessività e controllo, agita non solo nel “reale”, ma anche nel digitale, attraverso l’uso inappropriato dello smartphone.

Non a caso vengono sempre più utilizzate tutte quelle app e funzioni che permettono di geo-localizzare il partner e di seguire i suoi spostamenti in tempo reale, come se avesse addosso un microchip sempre attivo.

In questo modo, non solo si limita la privacy online, ma ci si sente anche costantemente controllati e manipolati dall’altro, visto che si tende ad utilizzare tali strumenti come prova di fedeltà e amore:

“Se non hai nulla da nascondere, se mi ami, non avrai alcun problema a farmi vedere dove ti trovi!”.

Sono tanti i ragazzi che si ritrovano a scaricare sullo smartphone app di monitoraggio che utilizzano la geo-localizzazione del telefono. C’è chi lo fa di nascosto, chi lo chiede in maniera esplicita. Molti cedono alla richiesta del partner oppure spesso utilizzano queste funzioni in maniera reciproca per avere entrambi la situazione sotto controllo:

“Lo faccio perché ho la coscienza pulita e poi così posso controllarlo anche io!”.

Per molti adolescenti, accettare la condizione di essere controllati dal partner diventa un modo per dare prova del proprio amore.

Relazioni di coppia basate sul controllo. Si sottovalutano troppo i segnali!

È sempre più frequente, tra le coppie di adolescenti, controllare il partner, avere le sue password, sapere sempre come si veste, dove sta e con chi sta parlando e chattando. Sono più di 2 su 10 gli adolescenti il cui partner ha accesso a tutto quello che c’è nel loro telefono. Questa vigilanza continua è pervasiva e rischia di non lasciare più spazio all’altro.

Il problema più grande è che troppi ragazzi non sono in grado di riconoscere i segnali d’allarme, di capire dove finisce la gelosia e inizia il possesso, dove termina la condivisione e inizia il controllo, in un’età in cui le esperienze che si vivono preparano ai futuri rapporti sentimentali.

Condividiamo questo articolo pubblicato da Redazione AdoleScienza.it Direttore Responsabile Dott.ssa Maura Manca

LOVE ADDICTION

LOVE ADDICTION

Non dipendo da nessuno e nessuno dipende da me. Ma non ho la pace dell’anima, e se non hai questo, non hai nulla
(Anonimo)

cuore-game-over
Ti sei innamorata…

nella prima fase del rapporto avverti l’euforia data dalla relazione con il partner, che diventa motivo di benessere. Successivamente senti un bisogno dell’altro sempre maggiore, in termini di presenza e di tempo, identificandolo come l’unica forma di gratificazione.
Potresti vivere una forma di….
dipendenza affettiva, definita anche “love addiction”, un eccessivo investimento di emozioni e di tempo, una dipendenza dal tuo compagno, una scarsa autostima (VEDI AUTOSTIMA) che ti porta a far di tutto per esaudire bisogni del tuo partner, trascurando ed annullando i tuoi, provi “astinenza” da lui quando non lo hai vicino e un senso di malessere in sua assenza.
La dipendenza affettiva rientra in quella categoria delle dipendenze “senza sostanza” quali il gioco d’azzardo, la sex addiction, la dipendenza da chat, in quanto si sperimentano spesso le fasi tipiche legate all’uso di sostanze.

Per riconoscere la dipendenza affettiva
Tra i principali “sintomi” spesso vi è un forte paura di perdere l’affetto/amore, la paura di essere abbandonata e di rimanere sola, la paura di mostrarti per quello che sei e di diventare infelici senza la tua persona amata.
Cerca di riappropriarti dei tuoi spazi di autonomia, per poter sperimentare che stai bene anche senza di lui, concedendoti ogni giorno di fare ciò che ti piace.
Potrebbe essere importante chiedere il supporto psicologico offerto dal Consultorio Familiare, esterno alla dinamica della coppia, per riuscire a riacquistare la tua autonomia e per il perseguimento dei tuoi interessi e bisogni personali.
Potrebbe essere utile, inoltre, tenere un diario dove scrivere le tue paure, mettendole nero su bianco, così da esorcizzare le tue ansie e le tue preoccupazioni, evitando che queste “invadano” il rapporto di coppia.

LA VIOLENZA ALL’INTERNO DELLA COPPIA

LA VIOLENZA ALL’INTERNO DELLA COPPIA

stop-violenza

Stai vivendo una situazione di rischio per la tua persona?
Hai la sensazione che la tua libertà di pensiero non venga esercitata come vorresti?

Potresti trovarti in una situazione di violenza.
La violenza sulle donne che si compie all’interno del rapporto di coppia ha come caratteristica l’aggressività verbale e psicologica e non solo ….frequenti sono le botte, le minacce e l’imposizione del rapporto sessuale.
Superare il trauma della violenza quando il maltrattante è proprio l’uomo di cui sei innamorata e con cui vuoi costruire un progetto di vita, è un compito difficile. La sfida nel superare i problemi psicologici se hai subito violenza è quella di ricostruire la tua autonomia di pensiero, la tua autostima e la tua capacità di proteggere la tua sicurezza personale e di difendere i tuoi diritti.
Chiedere aiuto se anche a te è capitato di entrare nel circuito della violenza…E’ UN TUO DIRITTO!!!!

Questo problema può essere risolto all’interno di una “rete” in cui collaborano, secondo le proprie specificità, diverse istituzioni e molteplici attori sociali: i Servizi Sociali del Comune di Ancona, il Consultorio Familiare, l’Ospedale di riferimento, le Autorità Giudiziarie, gli Uffici di Polizia e Questura, condizione imprescindibile per affrontare un tema così complesso e multidimensionale.
Nella “rete” è inserito anche il Centro Antiviolenza di Ancona dell’Associazione Donne e Giustizia, servizio di accoglienza e ascolto garantito giornalmente per 4 ore la mattina e di consulenza legale e psicologica svolta da avvocate e psicologhe volontarie che seguono le donne anche per lunghi periodi.

Associazione «Donne e Giustizia»
Via Cialdini 24 a – 60122 – Ancona (AN)
Tel: 800032810 071/205376
Email: donne.giustizia@libero.it

Il Centro Antiviolenza garantisce inoltre, per chi ne fa richiesta, l’accoglienza delle vittime e dei loro figli presso la Casa Rifugio nella prima fase, l’accompagnamento nel successivo percorso di recupero dell’autonomia sociale con la Casa di Demetra, l’intervento con chi agisce la violenza con il Punto V.O.C.E.

Casa Rifugio Zefiro
P.zza Stamira 13 – 60122 – Ancona (AN)
Tel: 071/207538

Punto V.O.C.E.
Via Martiri della Resistenza, 24 – Ancona (AN)
Cell. 329.5451204
Referente per La Gemma: Massimo Panfili
E-mail: puntovoceancona@gmail.com

Servizi Sociali Comunali
Viale della Vittoria, 39 Via Ascoli Piceno, 10 Collemarino P.zza S. Acquisto
Tel: 071/2225115 Tel. 071/2225141 071/2225171 071/2225181

Consultorio Familiare Ancona
Viale C. Colombo, 106
Tel: 071/8705062

Questura di Ancona      Tel: 071/22881

Carabinieri                     Tel. 112

Polizia                            Tel. 113

Emergenza Sanitaria      Tel. 118