Browsed by
Tag: autostima

Autostima

Autostima

“Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi” (Marcel Proust)

snoopy-autostima

Crea autostima cominciando dal rispetto verso te stesso

Per stare bene con gli altri è necessario innanzitutto stare bene con te stesso.       L’autostima corrisponde all’idea che ognuno ha di sé: come ci si vede, come ci si sente, come ci si ascolta. L’autostima non è un elemento esterno da conquistare, la devi ricercare dentro di te.     “Volersi bene” non è semplice: ti devi accettare con tutti i tuoi pregi e difetti che caratterizzano la tua personalità. Avere autostima, inoltre, produce sicurezza e fiducia in te stesso e ciò aiuta a creare un’idea positiva degli altri su di te.

Perché è importante che tu abbia un buon livello di autostima?

Perché avere un’alta autostima ti può aiutare a raggiungere i tuoi obiettivi, la componente necessaria per dar vita ai tuoi progetti. Normalmente quando si raggiunge un buon livello di autostima si ha successo nella vita, si superano più facilmente le difficoltà, si è consapevoli delle proprie capacità e abilità, si pensa in positivo, non si teme di commettere sbagli e si confida nelle proprie attitudini e idee. Un buona considerazione di te, ti aiuta a prendere decisioni senza troppa insicurezza e preoccupazione indipendentemente dal pensiero degli altri.

Cosa devi fare per migliorare la tua autostima?

La prima cosa da fare è scoprire quali sono i tuoi valori fondamentali, pertanto fai chiarezza dentro di te riguardo i tuoi bisogni e poi cerca di capire cosa non vuoi dalla vita.
Smetti di dire: “Non ce la posso fare, non sono capace, non sono all’altezza, sono inferiore….”. Impara invece a pensare: “Ce la farò sicuramente, sono abile e capace, non sono inferiore a nessuno, sono all’altezza di tutto….”.

Impara ad amarti per quello che sei e cerca di eliminare dalla tua mente i pensieri distruttivi per il tuo benessere. Sbagli e sventure capitano a tutti: ricorda però a te stesso ogni giorno i tuoi piccoli successi, magari a scrivendoli in un diario.

Non vediamo le cose per come sono, ma per come siamo” (Anaïs Nin)

Essere sicuro del tuo valore, delle tue risorse e dei tuoi limiti sono anche i punti di forza nella vita affettiva: autostima e amore vanno sempre di pari passo, sia nel momento dell’innamoramento, sia nella quotidianità della vita di coppia. Costruire una relazione significa trovare un equilibrio tra due persone e trovare il proprio posto all’interno della coppia. Conoscersi, capirsi, rispettarsi, significa allora sapere con esattezza cosa si vuole e cosa si può dare. Avere autostima di te stesso permette di vivere l’amore in una atmosfera densa di emozioni positive e generalmente crea rapporti più soddisfacenti con il tuo proprio partner che hanno alla base fiducia, certezze e sicurezze reciproche.

 

LOVE ADDICTION

LOVE ADDICTION

Non dipendo da nessuno e nessuno dipende da me. Ma non ho la pace dell’anima, e se non hai questo, non hai nulla
(Anonimo)

cuore-game-over
Ti sei innamorata…

nella prima fase del rapporto avverti l’euforia data dalla relazione con il partner, che diventa motivo di benessere. Successivamente senti un bisogno dell’altro sempre maggiore, in termini di presenza e di tempo, identificandolo come l’unica forma di gratificazione.
Potresti vivere una forma di….
dipendenza affettiva, definita anche “love addiction”, un eccessivo investimento di emozioni e di tempo, una dipendenza dal tuo compagno, una scarsa autostima (VEDI AUTOSTIMA) che ti porta a far di tutto per esaudire bisogni del tuo partner, trascurando ed annullando i tuoi, provi “astinenza” da lui quando non lo hai vicino e un senso di malessere in sua assenza.
La dipendenza affettiva rientra in quella categoria delle dipendenze “senza sostanza” quali il gioco d’azzardo, la sex addiction, la dipendenza da chat, in quanto si sperimentano spesso le fasi tipiche legate all’uso di sostanze.

Per riconoscere la dipendenza affettiva
Tra i principali “sintomi” spesso vi è un forte paura di perdere l’affetto/amore, la paura di essere abbandonata e di rimanere sola, la paura di mostrarti per quello che sei e di diventare infelici senza la tua persona amata.
Cerca di riappropriarti dei tuoi spazi di autonomia, per poter sperimentare che stai bene anche senza di lui, concedendoti ogni giorno di fare ciò che ti piace.
Potrebbe essere importante chiedere il supporto psicologico offerto dal Consultorio Familiare, esterno alla dinamica della coppia, per riuscire a riacquistare la tua autonomia e per il perseguimento dei tuoi interessi e bisogni personali.
Potrebbe essere utile, inoltre, tenere un diario dove scrivere le tue paure, mettendole nero su bianco, così da esorcizzare le tue ansie e le tue preoccupazioni, evitando che queste “invadano” il rapporto di coppia.

IL RISPETTO

IL RISPETTO

2-pugni

Non potranno mai toglierci il rispetto per noi stessi, se non saremo noi a darglielo
(Mahatma Gandhi)                    ghandi

Preferisco l’odio che mi rispetta all’amore che mi insulta
(Giuseppe Rovan)”

Il RISPETTO è certamente uno dei “valori della vita”.
Il Rispetto deve essere agito verso tutte le persone e le cose che ci circondano: indipendentemente dal tuo pensiero, l’intolleranza, i pregiudizi e le discriminazioni sono offensivi, soprattutto se si basano su sesso, razza, orientamento sessuale o identità di genere, poiché molti di questi gruppi vengono trattati senza considerazione e gli sono state negate l’autonomia e la dignità.

Ma cos’é il RISPETTO?
E’ la consapevolezza dei diritti altrui, dell’importanza e del valore morale, culturale di qualcuno o di qualcosa, della società e delle regole del vivere civile.
Mancanza di rispetto significa quindi mancanza di riconoscimento: la persona coinvolta non viene vista come essere umano pieno e diventa quasi invisibile.
Ma il rispetto, a differenza di tante altre cose, non costa nulla. E non solo è gratuito, ma è anche capace di generare valore.
A prescindere da chi sia, ogni persona, donna, uomo, bambino, anziano, possiede una valore intrinseco che si deve riconoscere e rispettare. Quando si ignora il valore di qualcuno come essere umano, fondamentalmente si cancella la sua umanità e qualunque forma di rispetto che gli è concessa.
Rispettare significa anche trattare l’altro in modo da consentirgli di conservare quel suo senso di autostima e benessere.
È importante ricordare che ciascun individuo vale quanto te e che dovresti trattare ogni persona con lo stesso rispetto con cui vorresti essere trattato.

“Se hai un’idea rispettala, non perché è un’idea, ma perché è tua
(Jim Morrison)

Segui sempre le 3 “R”:Rispetto per te stesso, Rispetto per gli altri, Responsabilità per le tue azioni(Dalai Lama)

L’amicizia ha due ingredienti principali: il primo è la scoperta di ciò che ci rende simili. E il secondo è il rispetto di ciò che ci fa diversi
(Peanuts)

Se vuoi essere rispettato dagli altri, la cosa più grande è rispettare te stesso. Solo in quel modo, solo con il rispetto di te stesso tu obblighi gli altri a rispettarti
(Fëdor Dostoevskij)

zampa-mano